Scegli il tema per la tua vacanza a Borno:
Vacanza in famiglia
Famiglia
Inverno e sci
Inverno e sci
Sapori tipici
Sapori tipici
Natura e territorio
Natura e territorio
Storia e cultura
Arte e cultura
Sport
Sport

Trekking

L’escursionismo a Borno ha un fascino particolare – le nostre montagne sono un paradiso per ogni escursionista. Verdi vallate e imponenti vette offrono itinerari per tutti i gusti e tutte le capacità: dalle semplici passeggiate a fondovalle alle escursioni più impegnative fino ai trekking di più giorni. Grazie alla sua posizione centrale, Borno, conosciuto come il cuore della Valle Camonica, è punto di partenza ideale per molte belle passeggiate ed ascensioni nelle Alpie Orobie.

Già solo in Borno potete scegliere tra tantissimi di sentieri ben preparati e segnalati. A Borno, nord e sud si incontrano letteralmente. E il paesaggio di questa regione è quanto mai ricco di contrasti: vegetazione mediterranea a valle, lungo gli antichi corsi d’acqua, le rogge, e poi ambienti alpini, a salire, fino ai tremila metri delle vette più alte.
Rifugi tradizionali attendono gli avventori con i gustosi piatti tipici mentre moderne funivie sono pronte a condurre rapidamente a valle.I migliori amici dell’uomo sono sempre i benvenuti in quasi tutti i sentieri escursionistici.
In alta montagna però, per tutelare le molteplici specie dianimali selvatici, i cani devono essere tenuti al guinzaglio.

Scopri tutti i sentieri dell'Altopiano del Sole:

1. Borno m.900 – Dassine – Balestrini – Malga Mine – Pagherola m.1528

Bella escursione tra boschi d’abeti e di pini, in un ambiente rilassante.

2. Borno m. 900 – Lazzaretti – Fonte Pizzoli – Balestrini m. 1171

Escursione molto frequentata, fino alle sorgenti, per le proprietà attribuite alle sue acque e per le belle abetaie.

3. Borno m. 900 – Lazzaretti – Baita Mensi – Plai – Pian d’Aprile – Pagherola – Monte Altissimo m. 1703

Escursione tra magnifiche abetaie, ricche dei frutti del sottobosco.

4. Plai m. 1305 – Malga Corvino – Fontana di Pradazzo – Malga Guccione m. 1427 (qui si congiunge con il n.6)

Breve itinerario immerso in un ambiente di belle abetaie e di pascoli alpini.

5. Ogne (Campeggio Bosco Blu) m. 960 – Triangolo – Malga Corvino – Sentiero dei Restei – Val Sorda (Pozze), m. 1386

Percorso immerso nei boschi d’abeti e di faggi.

6. Croce di Salven m. 1109 – Val Sorda – Malga Pratolungo – Malga Guccione – Monte Altissimo m. 1703

Itinerario immerso in panorami che cambiano continuamente man mano si cammina.

82. Borno m. 900 – Lago di Lova – Malga Moren – Rifugio San Fermo m. 1868 – “Sentiero Alto” – Rifugio G. Laeng m. 1760

Itinerario su stradina fino al Rifugio San Fermo, poi su sentiero stretto e con brevi tratti esposti.

82A. Pendici Monte Arano – Rifugio G. Laeng m. 1760 – Pizzo Camino m. 2491

Sentiero ripido e faticoso con brevi passaggi su roccette. Maestoso panorama circolare dalla vetta.

82B. Malga Moren m. 1595 – Cima Moren m. 2418

La Cima Moren è meno ambita del Pizzo Camino, ma è meno faticosa e presenta panorami altrettanto stupendi.

83. Rifugio San Fermo m.1868 – Passo del Costone – Passo di Corna Busa – Passo di Varicla m. 2097 – Rifugio G. Laeng m. 1760

Itinerario in quota, paesaggi che mutano in continuazione.

100. Borno m. 900 – Freal – Avendrino – Malga Zumella – Rifugio San Fermo m. 1868

Gran parte su ampie mulattiere tra i boschi, quindi sentiero su pascoli. Tratti piuttosto ripidi e faticosi. Ampie visuali.

101. Croce di Salven m.1109 – Dossolungo – Val di Cala – Pendrizza – Malga Zumella m. 1565

Itinerario poco frequentato che attraversa un bel bosco in costante diagonale verso destra.

102. Croce di Salven m.1109 – Giovetto di Paline – Malga Creisa – Roccolo del Gati’ – Passo Costone m. 1937

Itinerario che si svolge all’interno della Riserva naturale “Boschi del Giovetto”.

103. Lago di Lova m. 1300 – Colle di Mignone – Periplo Monte Mignone – Colle di Mignone – Lago di Lova

Itinerario che compie il giro completo attorno al Monte Mignone.